sinapsi-project-bdsm-kinki-torino-gestalt

La Scuola Gestalt di Torino da anni si interessa all'esperienza della sessualità e ai “disturbi” sessuali (termine sull’uso del quale potremmo iniziare un serrato dibattito con numerose scuole psicologiche). In particolare siamo interessati a sostenere individui e coppie a scoprire una sessualità più appagante come parte della loro crescita.

La collaborazione con Sinapsi Project è un progetto di ricerca che ha per oggetto l’impatto che la pratica BDSM e della sessualità alternativa ha sul benessere o malessere delle persone che la praticano e i possibili utilizzi di queste pratiche nella clinica della sessualità.

La sessualità è una forza necessaria e imprescindibile per lo sviluppo dell'essere umano. Accanto all'approccio psicopatologico che classifica e osserva disturbi, riteniamo importante studiare e valorizzare ogni forma di espressione della sessualità umana. Si tratta per la nostra Scuola di favorire l’uscita definitiva da un modo di pensare comune che considera patologico ciò che si discosta (o mette in discussione) la cultura dominante.

Il massacro degli aborigeni australiani è stato giustificato dall'affermazione di studiosi che li avevano definiti non umani. Queste ricerche si basavano sulla valutazione di alcune loro pratiche, come quella di dormire abbracciati ai cani. Molti decenni più tardi si è compreso che gli aborigeni facevano questo quando erano malati avendo scoperto che il contatto fisico con i cani accelerava la guarigione della malattia. Oggi tale pratica viene definita pet-therapy e si sta dimostrando efficace in molte patologie organiche e non.

Insieme a Sinapsi Project vogliamo chiarirci se l’esperienza di emozioni opposte come dolore e piacere o libertà e costrizione contribuiscono al benessere psicofisico delle persone. Intendiamo approfondire la conoscenza del dialogo fisico, emotivo e verbale che si instaura tra le coppie che si creano all'interno delle pratiche BDSM. La nostra ipotesi di lavoro è che il calo della sessualità nelle coppie di lungo termine che incontriamo quotidianamente nella clinica possa essere contrastato dalle conoscenze che
acquisiremo dalla collaborazione con Sinapsi Project. È possibile che il calo del desiderio dipenda da una visione della sessualità limitata, in cui i pregiudizi ci impediscono di sperimentare una sessualità più in sintonia con le nostre inclinazioni. Questo non significa accettare tutte le pratiche non convenzionali senza alcuna limitazione, ma valutare la loro efficacia a seguito di un’attenta riflessione umana e scientifica.

La collaborazione con Sinapsi Project ha un duplice scopo. Da un lato produrre ricerca e comprensione delle pratiche diffuse all'interno della comunità BDSM e delle sessualità non convenzionali, per scoprire quale tipo di funzione possano assolvere nel contesto della terapia di coppia. Dall'altro desideriamo creare un polo di riferimento che promuova seminari o formazione aperti ad individui e coppie che vogliano fare domande, portare dubbi ed esplorare la propria sessualità confrontandosi con persone
e professionisti la cui esperienza può risultare eccezionalmente valida.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
X